senza desideri

— Con queste indicazioni sono riuscito ad entrare nel Se. Ieri ho avuto un approccio più aghori.

— Sì, la dinamica è più o meno questa: la sadhana funzione bene, poi improvvisamente si ha una crisi dove tutto quello che funzionava prima non funziona più. La crisi brucia le impressioni (concetti punti di vista limitanti) che costituivano un impedimento allo sviluppo della sadhana e allora la sadhana scorre più pura e può raggiungere traguardi superiori.

Tu ritieni ancora che la vita sia quella del corpo e del tuo personaggio, è da questo erroneo credo che nascono bisogni e desideri. Ma la Vita è solo del Sé!, e tu la conosci. Il corpo, il tuo personaggio e la loro vita sono nella coscienza e coscienza essi stessi, cioè sono: acqua nell’acqua. Quando l’aspirante si affaccia a questa prospettiva comincia a dissolvere il karma umano, cioè le impressioni che creano il mondo umano: pianeti, la crisi economica, la biosfera…

Ecco come spontaneamente si diviene senza desideri.

Condividi questo post:
RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter