solo Dio può un tale prodigio…

È possibile descrivere l’Autoindagine con maggiore
forza ed essenzialità? Che magnificenza!
Solo Dio può un tale Prodigio…

Quando incontrai il mio Guru, egli mi disse: “Non sei cosa presumi di essere. Scopri cosa sei. Osserva il senso dell’Io Sono e trova il tuo vero Sé”.

Gli obbedii perché mi fidavo di lui. Feci come mi disse. Trascorsi tutto il mio tempo libero guardandomi in silenzio. E che differenza ha fatto e quanto rapidamente!

Il mio maestro mi disse di restare attaccato al senso dell’Io Sono tenacemente e non allontanarmene nemmeno per un momento.

Ho fatto del mio meglio per seguire il suo consiglio e in un tempo relativamente breve realizzai la verità del suo insegnamento dentro di me. Tutto quello che ho fatto è stato ricordare costantemente il suo insegnamento, il suo viso, le sue parole.

Ciò pose fine alla mente. Nella quiete della mente mi vedevo come io sono: Privo di Limiti.

Ho semplicemente seguito la sua istruzione di focalizzare la mente sul puro essere ‘Io Sono’ e restare in esso.

Sedevo per ore senza niente nella mia mente tranne che l’Io Sono, e presto la pace e la gioia e un amore profondo che abbraccia ogni cosa divennero il mio stato normale.

In Quello tutto scomparve: me stesso, il mio Guru, la vita che vivevo, il mondo che mi circondava.

Rimase solo la Pace e l’Insondabile Silenzio.

Nisargadatta Maharaj

 

Condividi questo post: