quello che voglio realizzare è il sé

— Quello che voglio realizzare è la vera natura, il Se.

— Perfetto.

— Anche se mi rendo conto di avere a volte, come ti dicevo, dei meccanismi bloccanti, che mi distraggono.

— Tutto il percorso di Lester Levenson serve proprio per rendere la mente pacifica e allo stesso tempo aumentare la tua capacità di confronto con essa. Allora buddhi, l’intelligenza che è di grado superiore a manas (la mente), che contiene tutte le interferenze possibili, può trionfare. Tu studi un insegnamento e decidi di seguirlo, e hai la possibilità di farlo senza interferenze. Questo è il trionfo di buddhi. Se passi subito a dimorare nel Sé, dopo alcuni anni riesci a conoscerlo, ma andrai sempre su e giù, dentro-fuori, perché manas non è stata purificata. Parlerai delle tue esperienze dirette con gli amici, ma niente Liberazione.

Inoltre bhakti è l’ingrediente che ti porta a mollare l’ego. Yoga e jnana senza devozione non vi riescono. D’altra parte bhakti senza jnana, la conoscenza della vera natura, rischia di ridursi a riti e pratiche rivolti a una divinità antropomorfa percepita come altro da sé.

Condividi questo post: