La Sorgente

— Ciao Sergio. A volte l’energia che si rilascia dalla pratica è davvero tanta. Anche la pratica sull’accettare l’altro mi ha “confuso” non poco. Mentre il mio amore andava verso l'altro, potevo vedere che non era del tutto puro... Come mi accade spesso, una vocina interiore mi dice di prendere più distanza dalla nuova esperienza in corso. Anche amare è uno sforzo, e benedetto sarà quel giorno che non dovrò pensare nemmeno all'amore! Ahahah — Tu sei ben più avanti della meditazione Continua a leggere →

Nirbija samadhi, alias turiyatita

Nel nirbija, o turiyatita, è la conoscenza a venire meno, non la coscienza. Per conoscere ci deve essere ancora un osservatore: l’intelletto; ma quando anche questa parte di mente si ritira, tu non puoi conoscere la tua esperienza, perché non c’è nessuna mente che la testimonia. Puoi capire un po’ di quello che è successo solo quando esci dal nirbija; allora l’intelletto ritorna e come un supercomputer da pochi indizi ricostruisce un’approssimativa immagine digitale di quello che Continua a leggere →