sono la pura coscienza

— Caro Sergio, da quando ho avuto chiarezza e ho iniziato a lavorare sull’identità di essere La Coscienza è stato per me illuminante. Il tuo ultimo consiglio di fare dei check, mi fa sperimentare con chiarezza quando sono scivolata in una identificazione; ma il fatto stesso di farlo mi riporta subito alla Coscienza, che balza come in “primo piano”, sbiadendo tutto il resto. È incredibile come sia semplice! — Merito a te di aver colto il suggerimento! Ricordare di essere la Pura Coscienza Continua a leggere →

le parole coscienza e consapevolezza come usate da Nisargadatta Maharaj

Questo è un passo di Nisargadatta chiarisce il significato peculiare che egli dà alle parole coscienza e consapevolezza. È bellissimo. *   *   * Guarda te stesso attentamente e vedrai che qualunque sia il contenuto della coscienza, il testimone di quello non dipende dal contenuto. La consapevolezza è se stessa e non cambia con l'evento. L'evento può essere piacevole o spiacevole, di poco conto o importante, la consapevolezza è la stessa. Prendi nota della peculiare natura della pura Continua a leggere →

l’errore base dell’Intensivo di Illuminazione

L’errore base dell’Intensivo di Illuminazione è che il partecipante crede lo stato dell’esperienza diretta, quando diventasse continuo, è la realizzazione. La realizzazione è spostare l’identità dalla persona (ad esempio Sergio) alla Pura Coscienza. Questo ha delle conseguenze. Esiste il tempo nella Pura Coscienza? Il prima e il dopo? Esiste la distanza nella Pura Coscienza? Qualcosa è più vicino e qualche altra più lontano? Esistono differenziazione e separazione nella Pura Continua a leggere →

divenire coscienti delle proprie ferite per osservare gli inneschi causati

— Buongiorno Sergio, dato che conosci sia il campo psicologico sia l'oltre, ovvero periferia e centro, non credi che bisogna affrontare le istanze della periferia per giungere alla liberazione? Almeno divenire coscienti delle proprie ferite per osservare gli inneschi causati? Grazie. — Per poter vedere la propria vera identità come Pura Coscienza, e ancor di più per stabilirsi in essa, la mente deve essere abbastanza purificata. Tale purificazione viene indicata come ‘eliminazione delle Continua a leggere →

prima di poter dire ‘io sono’, tu devi esserci per dirlo

Prima di poter dire ‘io sono’, tu devi esserci per dirlo. L’Essere non ha bisogno di essere autocosciente. Non devi sapere per essere, ma devi ‘essere’ per sapere. Per capire più chiaramente prendi l’esempio del mondo dei sogni. Sei in un sonno profondo e all'improvviso senti ‘io sono” e questo ‘io sono’ crea un mondo di sogno. Questo mondo manifesto è creato allo stesso modo dall’ ‘io sono’. Le realizzerai più tardi nella ricerca della verità. L’ultimo tuo progresso Continua a leggere →

essere ‘prima della coscienza’ è una bufala colossale

— Carissimo Sergio, la spinta emotiva delle immagini si è calmata, riesco a rimanere concentrato in quello stato, che avverto come nuovo, di quiete e silenzio; dopo la meditazione permane come un senso di spossatezza, che prima non avevo. Riesco a tratti a rimanere concentrato sull’io anche durante la giornata ed oggi, durante le attività quotidiane, ho avuto una intuizione prorompente, ho capito che l'io-sono è la fonte, la fonte di tutte le esperienze, senza un senso dell'io, sia pure sottile Continua a leggere →

come pregare per qualcuno

Pensalo con amore. In che modo? Amalo e allo stesso tempo riconosci il lui l’amore e la perfezione divina, in modo che queste, che sono la sua vera natura, prevalgano è generino la guarigione fisica, mentale e spirituale. Ciò può essere esteso anche agli oggetti inanimati, alle situazioni e alle esperienze, perché tutto è amore e perfezione divina. Pregando in questo modo per gli altri realizzerete la vostra stessa vera natura indivisa, in quanto non troverete null’altro in giro Continua a leggere →

la malattia è una comunicazione. se capisci quella comunicazione la malattia sparisce

Investite un’ora e mezza del vostro tempo per questo video più unico che raro; è un ottimo investimento, vi divertirete e apprenderete molto. Non è una tediosa conferenza di medicina alternativa, è una dimostrazione! La dimostrazione di come la geniale Gabriella, medico, ovviamente radiato, guarisce traducendo il sintomo in parole e svelandone il significato che vi era sotteso, o ridicolizzando lo schema mentale innaturale che ha generato la malattia. Io lo faccio, ma non come la geniale Gabriella, Continua a leggere →

felicità

Quando avevo 5 anni, mia madre mi diceva sempre che la felicità era a chiave della vita. Quando andai a scuole mi chiesero cosa volevo essere da grande. Io scrissi “felice”. Loro mi dissero che non avevo capito il tema e io dissi loro che non avevano capito la vita. John Lennon Continua a leggere →