Jean Klein – oltre la conoscenza

Dr. Klein, potrebbe dirci qual è il ruolo che la personalità svolgere? Jean Klein: Solo in assenza della presenza personale c’è posto per la Presenza Ultima. Dovete vedere che la presenza personale non ha realtà. In questa presenza personale non c’è posto per la Presenza Ultima. La presenza personale è nello spazio e nel tempo, ma la Presenza di cui parliamo è senza tempo. È solo questa Presenza che è nell’adesso. La personalità è uno strumento molto utile per affrontare il Continua a leggere →

i discorsi di Sri Ramakrishna

Un Pandit: — I teosofi affermano che ci sono Mahatma. Dicono anche che ci sono diversi piani e sfere, come piano astrale, piano devachanico, sfera solare, sfera lunare ecc. e che il corpo sottile dell'uomo può andare in tutti questi luoghi. Dicono molte altre cose del genere. Bene, Signore, qual è la vostra opinione sulla teosofia? Ramakrishna: — Solo Bhakti è suprema, Bhakti o devozione a Dio. I teosofi si prendono cura della Bhakti? Se lo fanno, va bene. Va bene se realizzano Dio per Continua a leggere →

ottimi spunti per capire in cosa consiste l’ego

Una mia amica era andata nel Serengeti e aveva assistito a una battaglia tra un gruppo di leoni e le iene. Una delle iene, la più audace, era stata attaccata da un leone e ne era uscita sfasciata. Inseguita dal leone, si voltava e era ancora pronta a tornare a combattere, anche se era ferita e aveva una zampa posteriore mezza andata. La mia amica diceva che nonostante tutta questa attività, a volte molto cruenta, sentiva una gran pace su tutta quella pianura così intensamente brulicante di vita. Ho Continua a leggere →

l’importanza di rimanere focalizzati sul Sé

All’inizio dell’autoindagine è difficile rimanere focalizzati sul Sé, ci si distrae perché troppe sono le vasana (spinte mentali). Anche quando i sadhaka hanno esperienze dirette, rimangono estasiati per essere stati il Sé per qualche secondo o addirittura meno – è ciò li lascia in uno stato ispirato per un paio d’ore –, ma poi tornano nella loro identità personale di prima. Ritornano nell’identità di prima perché in quella fase si sentono una persona che cerca di conoscere il Continua a leggere →

Ramesh Balsekar – che cos’è la felicità

Visitatore: Ieri l’altro ero a Dharamsala dove c’è il Dalai Lama. Io ho un problema enorme e ho chiesto a molti se sapevano indicarmi qualcuno che potesse aiutarmi. Mi hanno detto che a Bombay c’era una persona che poteva aiutarmi a trovare la risposta alla mia domanda: Ramesh Balsekar. Ho sorriso perché non avevo intenzione di andare a Bombay. Ma ora è accaduto che sono qui. Il mio problema è che nell’ultimo anno ho sentito di aver perso la mia ancora, e sono preso da un’energia sconosciuta Continua a leggere →

può commettere errori chi è privo di ego?

Può commettere errori chi è privo di ego? Ciò che commette errori è la sua struttura psicofisica. Egli a volte non se ne rende nemmeno conto, o se ne avvede in seguito. Ecco un esempio tratto dall’Autobiografia di uno Yogi di Paramahansa Yogananda. *    *    * Un giorno mio padre venne a porgere i suoi rispetti a Sri Yukteswar. Il mio genitore si aspettava, molto probabilmente, di udire qualche parola di encomio nei miei confronti. Rimase scioccato nel sentirsi riferire un lungo elenco Continua a leggere →

la malattia è una comunicazione. se capisci quella comunicazione la malattia sparisce

Investite un’ora e mezza del vostro tempo per questo video più unico che raro; è un ottimo investimento, vi divertirete e apprenderete molto. Non è una tediosa conferenza di medicina alternativa, è una dimostrazione! La dimostrazione di come la geniale Gabriella, medico, ovviamente radiato, guarisce traducendo il sintomo in parole e svelandone il significato che vi era sotteso, o ridicolizzando lo schema mentale innaturale che ha generato la malattia. Io lo faccio, ma non come la geniale Gabriella, Continua a leggere →