la concentrazione

In genere la pulizia mentale è un cambiamento all’interno della mente; raramente va oltre. È una cura temporanea per sbloccare attenzione fissata sull’illusione e devolverla alla sadhana. Ma per risolvere i problemi in modo radicale e definitivo, il metodo non può che essere ontologico: dovete andare oltre la mente, dove il pensiero scompare e quindi il mondo e l’ego scompaiono, e rimanere/dimorare lì. Concedetevi quel po’ di tempo per abituarvi a non essere un ego che Continua a leggere →

Atma Darshana

Sto traducendo Atma Darshana (visione dell’Atma) di Sri Atmananda (Krishna Menon); a breve sarà disponibile in italiano. Questo piccolo testo è considerato propedeutico del ben più corposo “Note sui Discorsi Spirituali di Sri Atmananda” curato da Nitya Tripta. Eppure io lo trovo completo: contiene una mappa chiarissima per arrivare alla liberazione. Bisognerebbe leggerlo e rileggerlo perché in un determinato momento potremmo non essere pronti a cogliere un insegnamento; ma insistendo Continua a leggere →

l’unico vero valore della vita

— Come stai? Sento forte i prodromi del Ritiro. — In generale bene... Però sento più stanchezza ed una leggera e profonda insoddisfazione verso ciò che appare e definiamo come vita… Alcune mattine mi sveglio circa 40 minuti prima della sveglia con la voglia di ritirare l’attenzione dai sensi e mantenerla nel Sé... — È bellissimo quello che dici!!, ed in completa concordanza con quello che sento io. Provo a scriverlo… Dopo lo scioglimento del mio gruppo, io mi sono sforzato Continua a leggere →

ti rialzerai e continuerai a perseguire il tuo scopo

“Chi sa concentrarsi su qualcosa e perseguirla come unico scopo ottiene infine la capacità di fare qualsiasi cosa”. Mahatma Gandhi Commento di Sergio: Devi decidere che ce la farai, non importa attraverso quante sconfitte dovrai passare: per incomprensione, incapacità, debolezza, cattiva salute, situazioni esterne avverse… Ti rialzerai e continuerai a perseguire il tuo scopo. Questa è la ferma decisione che deve prendere chi vuole la Liberazione! Ti mostrerò altre due sentenze del Mahatma Continua a leggere →

Dio e l’Amore Divino sono la medesima cosa

1. Il primo punto da aver chiaro è che Dio e l’Amore Divino sono la stessa cosa. 2. Il secondo punto è che ciò che impedisce la piena Realizzazione sono tutti i contenuti mentali che non si sono ancora trasformai in Amore Divino. Quando chiedevano a Sri Ramana se il Divino potesse mutare il karma (il destino) Sri Ramana rispondeva “Sì, Dio può tutto”. È evidente che è così. Il karma non è altro che impressioni mentali che determineranno un futuro nel sogno di Maya; se la Pura Continua a leggere →

say thanks

Quando il Sé viene finalmente scoperto, la Realtà Divina si ritrova ospite di una struttura corpo-mente predisposta a difendersi e configgere. Il Divino rimane allora isolato, e può talora manifestarsi solamente al’interno del ‘laboratorio’ della meditazione formale e dei Ritiri. La gioia incontenibile del Sé spinge però l’aspirante a volerla estendere a tutti gli ambiti dell’esistenza; ma per far questo la struttura corpo-mente deve mutare. A tale scopo ho cominciato a lavorare Continua a leggere →

se sediamo così

Teniamo la mente fluida ma non dispersa; nessun pensiero passa inosservato, ma l’attenzione non è fissata: è lo stato naturale della mente, libera e chiara. Se quando pratichiamo in Diade o nello Zazen sediamo così – completamente, senza escludere niente, e profondamente, senza lasciare nulla di nascosto alla consapevolezza – la pratica non è più solo un mezzo per un fine, ma il fine stesso. Portando questo atteggiamento nella quotidianità, questo stesso diventa la pratica effettiva Continua a leggere →

la visione di base

Coltivando la visione dualistica la nostra interpretazione della vita che ne siamo consapevoli o meno non può che essere un percorso che termina in una sconfitta inesorabile In questa visione ad ogni traguardo raggiunto segue una sconfitta fino alla sconfitta finale Nutrire pensieri di fallimento o all’opposto consolatori posticipa solamente il confronto diretto con la nostra visione di base Se sentiamo sinceramente ovvero senza speculazione la domanda delle domande: “Perché Continua a leggere →

perhaps love (forse amore)

La realizzazione è anche realizzare l’Amore Totale: 100% amore verso qualunque essere, anche per Hitler. È un’esperienza reale, non un’idea filosofica. E quando la sperimentate sentire che siete a Casa, che è la via giusta, che non c’è più nessun movimento che possa mai sorgere in quell’amore totale: Pace Pace Pace, Assoluta e Totale! Poi aprite gli occhi e lì sorge qualche problemino… C’è questa situazione schizofrenica dove interiormente voi avete amore totale verso Continua a leggere →