non fate affidamento sul mondo

Non fate nessun affidamento sul mondo. Tanto vi fate affidamento, tanto vi allontanate dalla Liberazione. L’UNICO vostro affidamento è che siete il Sé, il Principio-Io; ma nella misura in cui riprendete a fare affidamento sul mondo, in quella stessa misura il Principio-Io comincia ad indebolirsi. E allora torna la mente, vi ricordate che non siete stati apprezzati abbastanza, che Tizio o Caio vi hanno fatto qualcosa di male, che potreste avere una situazione migliore… Siete di nuovo una Continua a leggere →

un allievo che ha paura persino della sua ombra

Ho un allievo che ha paura di tutto, persino della sua ombra. Aveva voglia di conoscere altre vie e allora gli ho detto di provare. A quel punto hanno cominciato ad emergere tutte le paure possibili e immaginabili. Non va a prendere la Shaktipat perché ha paura della Kundalini, non va a prendere l’iniziazione al Kriya perché ha paura di rimanere intrappolato nel vuoto, non va a fare un Intensivo di Illuminazione con un altro maestro non ho capito per quali altre paure… Non sa che tutte quelle Continua a leggere →

1210. Come si esprime l’advaita mentre agiamo nel mondo?

Vedete un dipinto e godete della sua bellezza. Cosa significa ciò? Che durante quel periodo siete passato dagli aspetti fisici esteriori a un’idea sottile, dimenticandovi del vostro sé personale (l’ego). Solo in un tale stato sperimentate la pace sotto forma di bellezza e di gioia. In quei momenti vi trovate nell’Advaita (non dualità). Prima di produrre quel quadro, il pittore aveva dentro di sé l’esperienza advaitica (non duale) di bellezza e di pace; questa si è poi gradualmente Continua a leggere →