cucina advaita: cipolle al forno senza divenire

— Due giorni fa ho messo in forno quattro belle cipolle. Dopo un’ora avevano un aspetto diverso. La mente ha rimandato un pensiero, “come sono diventate”, e un’emozione... All’improvviso il filo del divenire si è spezzato e ho visto chiaramente che ciò che c’era prima non c’era più, era silenzio. C’è solo ciò che appare ora. Ho pensato hai miei genitori (deceduti)... Dietro di me solo silenzio. I ricordi ci sono ma non li abita più nessuno... *    *    * NOTA DI SERGIO Continua a leggere →

su vipassana, dimorare nel Sé e bhakti

Su Vipassana e Dimorare nel Sé si dorrebbe scrivere un capitolo a parte. Io le consideri entrambe vie di Jnana. Non c’è niente che porti al controllo della mente (della reazione alla sensazione e quindi della produzione mentale condizionata) come la Vipassana. Gli step o realizzazione che si ottengono con tale pratica sono dettagliatissimi. Ma si può praticare a lungo senza sapere chi siamo. Ciò perché solo quando l’osservare si rivolge a se medesimo si ha il riconoscimento del Sé. Col Continua a leggere →

più vedi che la vita è un sogno, più risplende l’Amore Divino

Più sento che la vita è tutta un sogno, un gioco più sono naturalmente etico e rispettoso più sono leggero e libero più amore e gentilezza sono forti. Sembrerebbe non logico forse non lo è però è così. È che quando vedi che il mondo è una Fata Morgana l’ego ha poca presa la mente ha poco da congetturare … allora emerge il Sé non devi sforzarti a farlo risaltare Quanto per te il divenire è un sogno? ❤ Continua a leggere →