Shakti è solo un altro nome del Sé

Shakti è solo un altro nome per il Sé. Gli aspiranti che si abbandonano a Shakti l’avvertono come energia, ma con la maturità quest’energia si tramuta in pura consapevolezza, infinita ed eterna. Allora essi vedono che le distinzioni tra Shiva e Shakti sono meramente didattiche. Questo dovrebbe insegnarci una cosa: che una vera via realizzativa non è mai soppressiva. Se voi sopprimete un aspetto del Divino a favore di un altro che la vostra mente ritiene giusto, non andate troppo lontano… Continua a leggere →

l’energia disimpegnata

Uno dei problemi nella pratica e sulla via alla liberazione è l’energia disimpegnata. Quando l’energia non è impegnata si lega alla mente e all’ego (ricordi, sensazioni, indulgenze ecc.). Questo è il motivo per cui i Ritiri Intensivi di Autoindagine sono così potenti: per 3 giorni, o più, tutta la tua attenzione e rivolta a dimorare nella sensazione di io, tutto il format vi indirizza a questo, e superato il primo giorno il volano di quell’intento si mette in moto e ti funziona automaticamente Continua a leggere →