pulizia mentale e autoindagine

Nell’autoindagine ortodossa non c’è nessuna pulizia mentale; quando compare un contenuto mentale l’aspirante si chiede: “A chi appare questo? Chi sente questo? Chi pensa questo?”, scartando la mente e riportando l’attenzione dal percepito al Percipiente. Se però l’aspirante ha blocchi mentali grossi impiegherà molto tempo con l’autoindagine col rischio che abbandoni la sadhana. Langford continuò a praticare l’autoindagine 11 ore al giorno per 23 anni, senza risultati, addirittura Continua a leggere →

tu sei turiya

— Dentro la meditazione di poco fa: mi accorgo che non ci può essere distrazione se concepisco che tutto ciò che appare alla mia attenzione nasce e ricade nel substrato che Io Sono. Tutto nasce e muore nello sfondo aformale che io sono. Suoni, pensieri, ricordi, corpo, respiro, immagini, sono solo espressione momentanea formatesi nello sfondo illimitato che tutto, ma proprio tutto contiene e di cui io so perché Io Sono Quello. Niente è lontano, niente è separato da me, tutto riposa nell’Uno. Continua a leggere →

non ho parole…

— Devo ringraziarti per la strada d’amore che mi hai spinto a seguire, nel mio percorso precedente sentivo proprio di stare ristagnando. Devo ringraziarti per la strada d'amore che mi hai spinto a seguire, nel mio percorso precedente sentivo infatti proprio di stare ristagnando. Il mio insegnante precedente mi disse che aiutare gli altri spesso altera lo svolgimento del loro karma, Si può fare se si vuole, ma non è un must e non bisogna pensarci più di tanto. Mi raccontò la storia di un dio Continua a leggere →

osserva lo stato d’animo in cui sei

Per stato d’animo si intende l’aspetto emozionale. Ad esempio voi potreste essere in uno stato d’animo di dubbio. Non vi metterete ad analizzare il dubbio: “Di che si tratta? Come potrei risolverlo? Cosa dovrei fare?”… Questo è l’aspetto mentale, e se fate in questo vi coinvolgerete con la mente. Perciò non mentalizzate. Osservate lo stato d’animo di dubbio, ossia l’aspetto emozionale nel suo complesso. Dunque, invece di seguire i vostri pensieri, mantenetevi aperti e osservate Continua a leggere →

hai qualche metodo di autoindagine che ritieni adatto a me?

— La pratica del mandare amore riesco a farla anche durante il giorno, pure se impegnato, e anche quando qualcosa in quel momento mi fa arrabbiare... Per quanto riguarda l’esperienza di silenzio ed oscurità, io ‘ero’ quel silenzio ed oscurità ed avevo la netta sensazione di esistere, sia pure senza i punti di riferimento abituali, ma ai punti di riferimento ci ho pensato dopo quell’esperienza. Hai qualche metodo particolare di autoindagine che ritieni più adatto a me? — Vi sono Continua a leggere →

quell’aspetto in background non immediatamente visibile

Vi è un aspetto in background del metodo di Levenson che è visibile sono dopo un po’ che lo si pratica seriamente. È che quel metodo ti insegna che non c’è cosa che tu non possa affrontare!!! Una formazione da marine dello spirito assolutamente indispensabile per chi voglia liberarsi. L’aspetto umano va completamente superato, e il karma è bizzarro agli occhi umani. Pensate come dev’essere stato contento Jean Klein, dal punto di vista umano, a morire intubato e demente. Come si può Continua a leggere →

Sri Anandamayi Ma – attrazione e amore

L’amore è meravigliosamente cieco, perché non si sofferma sui difetti dell’amato, ma ama incondizionatamente attraverso l’eternità. Quando due persone che si vogliono bene sono separate dalla morte, la loro memoria mortale può non ricordare le promesse d’amore che si fecero, ma il vero amore non dimentica mai, né muore. Attraverso le reincarnazioni, l’amore passa dal cuore di una forma ed entra nel cuore di un’altra forma, ricercando l’amato, affinché tutte le promesse d’amore Continua a leggere →

quanto dista il cimitero più vicino a casa tua?

G. — Ho faticato un po’ ad entrare nell’inconscio. La mente preferiva rimanere tranquilla, senza contenuti. Sergio — L’altro giorno ti ho detto: “Stai lavorando veramente bene nel trasformando in amore. Grazia ai tuoi anni di autoindagine, entri facilmente nella quiete e nel Sé. Giorni fa qualcuno al lavoro ha inveito contro di te gridandoti in faccia, ma tu sei rimasto sereno, indifferente a quella reazione di rabbia e hai risposto con gentilezza. Sono risultati inimmaginabili solo Continua a leggere →

amico dell’umanità

È così incredibilmente semplice trasformare il karma negativo. Non sono necessarie vite di penitenza e supplizio, basta che trasformiate i sentimenti negativi verso gli altri in amore e gentilezza, e naturalmente siate sempre prodighi per aiutare qualcuno che è in difficoltà. E non c’è bisogno che andiate a cercare le persone una ad una per dir loro che vi dispiace che non siate stati troppo amorevoli e gentili quella tale volta. Potete fare tutto in voi stessi. Più semplice di così… Continua a leggere →

sull’intelligenza

Lester Levenson racconta che man mano che la sua mente si purificava, di pari passo si sviluppava la sua capacità di comprendere. Racconta anche che si rendeva conto come paradigmi filosofici che partivano nel modo giusto, poi deviassero a causa delle impurità mentali del filosofo. Avrete sicuramente conosciuto persone che hanno mostrato buona intelligenza in qualche area, mentre in altre, anche se spiegate loro accuratamente, non ci capiscono niente. In tal caso non si può parlare di deficit Continua a leggere →