io io io io…

D: Non sono erudita nelle scritture e trovo che il metodo dell’autoindagine sia troppo difficile per me. Sono una donna con sette figli e molte preoccupazioni familiari che mi lasciano poco tempo per la meditazione. Chiedo a Bhagavan di darmi qualche metodo più semplice per me. R: Non è necessaria nessuna erudizione né conoscenza delle scritture per conoscere il Sé poiché nessun uomo ha bisogno di uno specchio per vedere se stesso. Tutta la conoscenza richiesta dev’essere alla fine abbandonata Continua a leggere →

io non sono io…

La gente dice ‘io non riesco’, ‘io non sono capace’, ‘io sto male’, ‘io ho questo problema’ ecc. Guardate questo io, non permettetegli di esistere… Chi guarda questo io??? Allora vi rendete conto di qualcosa di più grande, nominarlo è già renderlo un oggetto… Quello siete voi, e non è un io individuale :-D L’io individuale è un’illusione, non esiste. Solo che quest’illusione causa tutti i problemi del mondo, anzi, causa il mondo. Smascherare quest’illusione Continua a leggere →

I tuoi sforzi e la tua devozione attireranno la Grazia

— Sergio, voglio essere certo di riuscire a comunicarti quello che sperimento... Questa solitudine/isolamento di cui ti ho parlato non è negativa, anzi! È pace assoluta, senza oggetti. Osservo poi la mia mente che fa le sue solite conclusioni su cosa possa essere e come possa andare a finire. Una di queste è che: “non riuscirò mai a entrare in quello stato”. È lì che mi accorgo di avere ancora un sacco di limitazioni! ahahah… Questo ego che le studia tutte. La cosa che mi ha colpito Continua a leggere →

‘Io’ risplende sempre chiaramente

‘Io’ risplende sempre chiaramente, e con il suo risplendere non solo illumina se stesso, ma illumina anche qualsiasi altra cosa che sperimentiamo o conosciamo. In altre parole, parlando metaforicamente, 'Io' è la luce che ci rende in grado di sperimentare non solo noi stessi ma anche ogni altra cosa. Tuttavia, sebbene 'Io' risplende sempre chiaramente, fino a che illumina qualsiasi altra cosa oltre che solo se stesso, la chiarezza con cui risplende è in qualche modo oscurata da ciò che Continua a leggere →

Turiya samadhi

Nel petto, nel cuore spirituale (Hirdaya), voi avere un IO. Quell’IO è la cosa più intima che c’è, perché siete Voi, il VERO VOI. Istintivamente lo sentiamo. Infatti è in quell’area che battiamo la mano destra quando diciamo: “Io!”. Noi lo chiamiamo Sé, per distinguerlo dall’ego individuale, e abbiamo anche detto che può essere chiamato Puro Essere, Pura Coscienza, Sé, So-Ham, il Brahman ecc. Chiamatelo Continua a leggere →