dreams

I sogni creano la nostra realtà. Ma i sogni possono essere cambiati. Cambiando i sogni cambiamo la nostra realtà. Ma in questo c’è una meta-comprensione: che tutto in noi stessi, che l’aiuto viene da noi stessi, che non c’è veramente una vita fenomenica che ci sovrasta, ci sono solo i nostri sogni, e adesso che abbiamo imparato a cambiarli, in realtà ci siamo sono noi: la Pura Illimitata Coscienza. Questo è l’ultimo sogno quando le spinte (vasana) della mente si sono calmate. Anzi: Continua a leggere →

conflitto con mia mamma

— Caro Sergio, ho bisogno di aiuto. Ho un conflitto con mia mamma. Ci lavoro in tanti modi da molto tempo, a volte sembra attenuarsi, ma alla fine riemerge sempre un rancore antico, la rabbia di non sentirmi vista, amata... Mi colloco verso di lei in una identità richiedente, ma lei non è in grado di rispondere alle mie aspettative e il gioco continua... Sto cercando di amare, ma onestamente quello che emerge è che non riesco a sentire amore verso di lei come madre. Ho solo comprensioni mentali Continua a leggere →

N., apri il tuo cuore, lascia fluire l’amore. perdonati e perdona

N. è morto ieri alla 10,40. Non doveva andare così. Per me è stata dura. Comunque, il Supremo è l'Amore. Quando scendi più in basso trovi le cattiverie umane. Perciò se vuoi tenertene fuori e allo stesso tempo essere misericordioso devi essere piantato stabile nell’Amore, che è al tempo stesso immanente e trascendente, dato che esiste solo quello. Altrimenti sarai un sadhaka in eterno. Ora sto mantrando: “N., lascia fluire l’amore. Perdonati e perdona”. Lui è in incoscienza, sta Continua a leggere →

cosa ti impedisce la liberazione definitiva?

— Quando uno vede che Gino (la sua persona), il suo corpo, la sua storia, le sue relazioni sono solo pura fantasia, e che esiste solo la Pura Coscienza e che lui è la Pura Coscienza, avendo visto la Verità, si trova di fronte la Liberazione. Allora la mia domanda è: che cosa ti impedisce la Liberazione definitiva? — Che cosa mi impedisce la Liberazione? Probabilmente l’identificazione nella Pura Coscienza non è stabile, è ancora saltuaria. Non saprei però se è naturale che ci voglia Continua a leggere →

tutto l’universo è sempre pronto a venire in nostro aiuto. tutti gli esseri celesti sono sempre pronti a soccorrerci

Quel mio amico… è più facile parlare col presidente della repubblica che con lui. È ancora ricoverato in ospedale. Siamo d’accordo che la mattina mi manda un messaggino vocale e io poi lo chiamo. Stamattina nessun messaggio, è la seconda volta. Gli mando un Whatsapp chiedendo se posso chiamarlo. Risponde sì. Io: “Buon giorno, come va?”. Voce da funerale: “E, non è un buon giorno”. “Cosa è successo”. “Ho la febbre alta, 38,5, e adesso sono qui a letto che…”. “La febbre Continua a leggere →

la mente e la malattia

Un carissimo amico che ha ereditato dai genitori lo schema mentale di ‘prendere sulle proprie spalle tutto il peso dei problemi degli altri, senza dire niente a nessuno’, a un certo punto sviluppa una malattia grave. Quando lo intervistai mi disse, fortemente sollecitato da me, che aveva passato tre anni a piangere perché non ce la faceva più. la malattia (terminale per la medicina allopatica che guarda solo al sintomo) è il modo – irrazionale – che la mente ha trovato per fermarsi. Affrontammo Continua a leggere →

sono la pura coscienza

— Caro Sergio, da quando ho avuto chiarezza e ho iniziato a lavorare sull’identità di essere La Coscienza è stato per me illuminante. Il tuo ultimo consiglio di fare dei check, mi fa sperimentare con chiarezza quando sono scivolata in una identificazione; ma il fatto stesso di farlo mi riporta subito alla Coscienza, che balza come in “primo piano”, sbiadendo tutto il resto. È incredibile come sia semplice! — Merito a te di aver colto il suggerimento! Ricordare di essere la Pura Coscienza Continua a leggere →

le parole coscienza e consapevolezza come usate da Nisargadatta Maharaj

Questo è un passo di Nisargadatta chiarisce il significato peculiare che egli dà alle parole coscienza e consapevolezza. È bellissimo. *   *   * Guarda te stesso attentamente e vedrai che qualunque sia il contenuto della coscienza, il testimone di quello non dipende dal contenuto. La consapevolezza è se stessa e non cambia con l'evento. L'evento può essere piacevole o spiacevole, di poco conto o importante, la consapevolezza è la stessa. Prendi nota della peculiare natura della pura Continua a leggere →