nirvikalpa

— Per un breve periodo mi sembra di essere scomparso. Stavo dimorando nell’Essere-Consapevolezza, poi l’Essere-Consapevolezza è rimasto, ma io no. C’era un rumore di sottofondo e basta, solo quello. — Sembra un prodromo di nirvikalpa. Quando eri lì sapevi di essere in samadhi? — Credo che non c’ero più, non sentivo nemmeno il solito io che osserva o che dimora nell'Essere-Consapevolezza. — E come sapevi del rumore di fondo? — Perché quando ho iniziato a meditare Continua a leggere →

perché non riesci ad essere il Brahman?

— Nei giorni precedenti, l’autoindagine faceva emergere il principio-io e lì dimoravo. Poi ho avuto una retrocessione ed emergono contenuti in continuazione. — Queste continue retrocessioni significano che vi sono ancora dei concetti che impediscono al Brahman di essere se stesso. Tu sai già chi sei. Perché non riesci a contemplare ciò che sei, cioè il Brahman? La Sorgente è stata vista, ma l’impalcatura che poggiava sulla falsità non crolla. Quand’è così sono sopravvissuti Continua a leggere →

devi mollare i concetti

— Devi mollare i concetti. Se rimani attaccato ai concetti stai negando il Sé, la tua vera natura. I concetti sono proprio quello che crea maya, l’illusione. Se invece li abbandoni potrai entrare nel samadhi, e quando torna la mente vi sarà silenzio, tu rimarrai nel presente e valuterai ciò che si presenta nella vita seguendo il cuore, non schemi mentali precostituiti. Questo vuol dire che l’amore, il Divino, guiderà la tua azione, il che non significa essere sempre accondiscendenti. Nel Continua a leggere →