la non-azione

La Non-Azione comporta due elementi: la rinuncia all’ego e a tutte le manifestazione egoiche e l’abbandono al Divino. Da ciò zampilla la devozione! Nello Yoga Naturale l’aspirante, mantenendo ferma l’idea di non essere l’agente, entra nella pratica lasciando che sia Dio, sotto forma di Shakti, a compiere la sadhana. Ciò non significa che non faccia niente: mantiene la disciplina per gli orari della pratica, la dieta, l’etica, lo stile di vita… ma quando pratica lascia che sia la Continua a leggere →

perché l’ego ritorna?

— Buongiorno Sergio. Oggi è una giornata di malinconia, tutto è grigio, fermo e silenzioso. Guardo la mente creare pensieri di fare, persone da sentire, un vuoto da colmare. Mi dico che dovrei studiare di più, troverei qualche risposta... Mi siedo a meditare e resto presente. In questi momenti, dove ogni realizzazione e comprensione sembrano lontane, l’unica cosa che posso fare è avere fiducia. La lascio scendere nel cuore e sento che mi scalda. Piano piano la fiducia, senza colore o aspettative, Continua a leggere →

San Giorgio che sconfigge l’illusione

Giorgio: — Maestro, stanotte ho sognato che stavo guidando un’auto e ad un certo punto finiva la strada. C’era una nebbia gialla ed oltre a quella non c’era più niente. Non potevo più andare avanti e tornare non aveva senso. Poi ho capito che era un sogno e mi sono svegliato. Da quasi tutto il giorno c’è una sorta di depressione in me. Qualcosa che mi dice che niente ha un senso, non c’è uno scopo, niente traguardi ne ambizioni e comunque posso costruire solo castelli di sabbia perché Continua a leggere →